19th Ave New York, NY 95822, USA
Potatura Invernale
Le giornate in vigna durante l'inverno
L’albero secco e marcio non ha diritto di star dove sta: esso ruba luce e aria alla giovane vita, che sorge e matura per un mondo nuovo.
Friedrich Hölderlin

Da Dicembre a Marzo, a seconda del periodo che ogni vignaiolo predilige, in vigna avviene la potatura invernale, detta anche potatura secca.

Nonostante il freddo di questi mesi ogni vignaiolo sa che questo momento è molto importante per avere un vino di qualità; la potatura secca eseguita da noi manualmente tutti gli anni durante il periodo di riposo vegetativo delle viti, ha infatti i seguenti scopi: assicurare il mantenimento della forma e delle dimensioni delle singole viti per agevolare tutte le operazioni colturali, regolare il carico di gemme per ceppo, scegliere le migliori gemme in rapporto alla loro capacità produttiva, distribuire le gemme in maniera ottimale su ciascuna vite e ottenere la vegetazione di rinnovo nei punti desiderati.

Come avrete capito non si tratta di tagliare semplicemente dei rami.
Dietro ogni taglio
vi è un ragionamento, un pensiero finalizzato a creare armonia nella vite per permettere ai germogli di fiorire e dare grappoli di qualità.
Tante sono le domande che ci poniamo di fronte ad ogni vite:

  • Potatura lunga o corta?
  • Due gemme o tre?
  • Quale è il capo a frutto migliore per il prossimo anno?
  • È il caso di effettuare una potatura di rinnovo?
  • Quante gemme tengo nel capo a frutto?

Non è un gioco da ragazzi: bisogna prendere decisioni, sopportare di lavorare al freddo, effettuare le legature, stralciare i rami secchi tagliati e pulire la vite.

La natura però, ogni tanto, ci regala magnifiche giornate di sole con un’aria fresca e pulita. Sono quelle le giornate dove si torna ad apprezzare le piccole cose della vita, le risate tra i filari e il caffè in mezzo alla vigna, tanto da non sentire nemmeno più il freddo e la fatica del lavoro.

Buona potatura vignaioli

Post Correlati

Leave a comment