Verso il BIOlogico
Un piccolo-grande gesto per fare del bene

Il 2020 è stato un anno di svolta per la cantina Perelli.
Due anni fa abbiamo deciso di porci come obiettivo di produrre meglio e non di più. 

Oggi, abbiamo deciso con entusiasmo e grande fiducia di iniziare il percorso di conversione all’agricoltura biologica di tutta la produzione.

Questo percorso di tre anni porterà nel 2023 alla certificazione ufficiale.

La conversione dei vigneti verso una coltura biologica è stata per noi una scelta importante ed in linea con la nostra filosofia di voler fare del bene non solo ai nostri clienti che bevono il nostro vino ma anche al nostro pianeta.

I prodotti fitosanitari biologici sono prodotti il cui effetto protettivo è dato solamente dall’effetto “coprente”. Una protezione quindi che non arriva all’interno del tessuto fogliare. Questi prodotti si differenziano da quelli di sintesi chimica concessi nella coltura convenzionale della vite, che al contrario hanno la capacità di penetrare all’interno del tessuto fogliare e propagarsi in tutto il sistema vegetativo, attraversando i canali linfatici della pianta. 

Questo ci porta a salvaguardare le nostre viti nel tempo, infatti grazie all’utilizzo di prodotti di copertura sfavoriamo il fenomeno della “resistenza”.

Sapete il significato del fenomeno “resistenza”?

A livello teorico si tratta della perdita di efficacia da parte di una sostanza attiva dopo un periodo di impiego più o meno intenso e prolungato.

Dal punto di vista pratico la comparsa della resistenza è evidenziata dalla totale o parziale mancanza di attività del prodotto fitosanitario applicato, che porta l’operatore ad aumentare costantemente la dose del fungicida stesso e il numero di trattamenti da eseguire per contenere la malattia entro livelli economicamente accettabili.

Con il biologico questo fenomeno viene arrestato.

Anche prima di decidere di cominciare la conversione al biologico abbiamo sempre fatto un uso ponderato dei prodotti fitosanitari, ma l’eliminazione totale ci rende tuttavia orgogliosi di fare veramente qualcosa di buono.

I nostri vigneti sono potati manualmente, sia durante l’inverno che durante la potatura verde, la raccolta delle uve durante la vendemmia è manuale e con la conversione al biologico salvaguardiamo anche i nostri lavoratori.

Salvaguardando il nostro pianeta, salvaguardiamo la nostra casa.

Con questo piccolo, grande gesto speriamo di fare la nostra parte; lo facciamo per noi, per i nostri vini e per la nostra terra, ma anche per la terra di chi ci sta vicino.

Post Correlati

Leave a comment